Death Note

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Cos’è il male? Cos’è il bene? E, se lo sai, cos’è la giustizia?

Immagina che esistano gli Shinigami, dei della morte per i credenti giapponesi.
Immagina che questi dei possano compiere il loro lavoro scrivendo in un quaderno il nome della persona da uccidere con l’unico obbligo di doverli anche vedere per ucciderli.
Immagina che uno degli Shinigami, per una estrema noia, getti questo quaderno nel nostro mondo solo per vedere cosa gli umani combinerebbero trovandolo.

Avere il potere di uccidere chiunque potendo farlo senza essere scoperto e senza immaginazione.

Bene, Death Note, scritto e ideato nei manga da Tsugumi Obata, è stato diretto nella serie televisiva di 37 episodi da Tetsurõ Ataki e trasmesso per la prima volta nel 2006, divenendo un caso mediatico seguitissimo in Giappone. Lo iniziai a vedere nel 2010 e lo terminai in un paio di settimane, poiché, nonostante all’accenno riassuntivo di un amico, lo vedevo come una esagerazione, ma iniziando a vederlo, dalla prima puntata ebbi un impatto di coinvolgimento che non ricordo in nessun altro anime.
Non mi piace fare le classifiche, ma a chiunque mi chieda quale serie anime vedere, gli consiglio innanzitutto Death Note, con l’affetto che non cala per tutti le altre che ho visto.

Siamo nel 2006, e questo Shinigami annoiato fa cadere il Death Note accanto a una scuola.
Un alunno, dai voti altissimi e di bella presenza ma annoiato da quel che sente solitamente nei telegiornali, mentre riflette ed è in aula, lo nota cadere. All’uscita si reca solitario nel punto dov’è atterrato l’oggetto e legge il titolo Death Note (Quaderno della morte). Sorride pensando all’assurdità, ma lo porta a casa. Poi legge la prima delle  regole di questo quaderno:

Il nome della persona scritta su questo quaderno morirà entro 40 secondi.

Ve ne sono altre, ma ascoltando che c’è  un delinquente in una scuola, decide di provarlo, visto che mostrano la foto del viso del cattivo con il nome.
Dopo 40 secondi il cattivo muore.

Il Death Note è reale!

L’alunno si chiama Light e scrive tanti nomi di criminali che scova tramite internet, e muoiono tutti per arresto cardiaco, cosicché crea un caso.
Vuole che tutti sappiano che esiste un giustiziere, e vuole diventare il Dio di un nuovo mondo, giusto che segue le sue regole del bene.

Light (Kira)

Lo Shinigami, Ryuk, si presenta a lui, e gli fa compagnia divertendosi perché lo giudica un passatempo ideale. Gli altri umani non vedono né sentono parlare Ryuk, solo Light può, perché è divenuto proprietario del Dead Note.

 

Ryuk, lo shinigami

 

Light, alla sfida che un investigatore gli fa in diretta televisiva, leggendone il nome e vedendolo sullo schermo, lo iscrive nel quaderno, ma quell’uomo non era il reale investigatore, ma un condannato a morte.
L’investigatore privato, giudicato dagli esperti il migliore del Giappone ma misterioso perché nessuno ha mai visto, scopre, facendo apparire che quella sia una trasmissione internazionale, la zona del Giappone nella quale si trova questo assassino che si fa chiamare Kira, dato che la fa trasmettere solo là.

Kira, giustiziere che nessuno può sapere chi sia, dovrà combattere con lui, investigatore del quale nessuno sa il nome né lo ha mai visto, e si fa chiamare L.

Elle

Kira contro L.

Ho riassunto solo le prime due puntate, e l’ho fatto perché si può capire quanto siano studiate tutte le mosse dei protagonisti o antagonisti della serie.
Tu per chi parteggi? Sei un rivoluzionario che vuole l’ordine ad ogni costo, o sei un moderato che non vuole ci si distacchi dalle leggi per mantenere tutto in… ordine?

Nella serie ci saranno diversi personaggi importanti, ma alla base sempre Kira ed L, che faranno svolgere tutto in maniera comprensibile, con l’uno che spiega le mosse dell’altro.

Quando lo vidi fui esaltato dalla storia che rende tutti colpevoli innocentemente. È una lotta, quella tra Kira ed L, che diviene una sfida con te stesso, e si allontana dalla moralità alla quale siamo costretti senza ragionare.

Feci anche un video con sottofondo musicale che ritengono ancora oggi giusto.

Col procedere delle puntate appariranno Mello, un ragazzo enormemente intelligente che vuole sconfiggere Kira, Near, ragazzino plusdotato che ci si allea, e Misa, una bellissima ragazza che adora Kira, e col tempo nascerà l’amore.

Misa

Sappi che la fine di questa serie, potrebbe essere un tuo nuovo inizio.

Se hai Netflix 

Lascia il tuo commento da Facebook

Leave A Response

* Denotes Required Field